Mercoledì 26 Lug 2017

Chiesa di San Mariano (primo impianto del convento XII sec.)

L'antica chiesa di San Mariano è posta ai piedi del castello di Colleluce, un tempo annessa al monastero benedettino della Val Fabiana distrutto dalle truppe di Federico II come riporta un diploma del 1241 esistente nell'archivio Capitolare. Verso la metà del XIII sec. quando i monaci si ritirarono nel castello di San Severino, nell'attuale monastero di S.Caterina all'interno delle mura, rimase per gli abitanti del borgo la chiesa, che custodiva un venerato crocifisso dipinto su tavola, riposto dal 1971 per ragioni di sicurezza all'interno della chiesa di S.Giovanni di Colleluce. Sulla parete a destra dell'altare, a cornu epistolae, si conserva l'affresco di una Madonna con Bambino, sotto la cui immagine è riportato l'anno ed il committente, vi si legge la scritta: F F PEROZO DE VAGNIARONE 151J. Si presume che il dipinto non fosse il solo e che le pareti fossero tutte adorne di sacre immagini, cancellate dall'umidità e dall'incuria del tempo, come attesta lo storico G.Ranaldi nelle sue ottocentesche descrizioni e come risulta dalle cronache delle riparazioni risalenti al 1890 ca. quando si dovette innanzitutto liberare i muri dall'edera, avendo questa rovinato muri, intonaci e altro. Di recente risulta l'attribuzione del dipinto a Bernardino di Mariotto, come riporta R.Paciaroni nel suo volume scritto in occasione della mostra "I pittori del Rinascimento a San Severino", : «La veste a fiorami stampigliati è un palese ricordo crivellesco e compare in diverse opere di Bernardino, così come le piccole code lasciate a terra dalla tunica e dal manto richiamano il suo modo di dipingere ... suo è anche il modo di disegnare gli occhi, le sopracciglia, le labbra, i capelli.».

arch. Debora Bravi

Bibliografia

R.PACIARONI, Bernardino di Mariotto da Perugia, Milano, 2005, pp. 127-129.