Mercoledì 29 Mar 2017

Crocifisso (Cattedrale di Sant'Agostino)

Il crocifisso della Cattedrale è realizzato secondo i canoni classici di equilibrio e di imperturbabilità: l'unico movimento è suggerito dalla lieve torsione del busto e dal reclinarsi del capo. Attribuita alla bottega degli Acciaccaferri, allievi del grandissimo intagliatore settempedano Domenico Indivini, la scultura mostra grande attenzione per i particolari anatomici che la rendono realistica: vedi l'inserimento della lingua nella bocca socchiusa e le unghie dei piedi laccate in rosa, le ciocche dei capelli in canapa gessata o la definizione rigorosa e puntuale della colonna vertebrale. Dalla corona di corda intrecciata le spine si conficcano nella carne; il perizoma è un manufatto di tela gessata ricoperto di oro e azzurrite.